English Version Versione Italiana

2019 WorldSBK TT Circuit Assen Olanda

Cortese segue il ritmo del Top in una prima giornata molto fredda ad Assen

Cortese segue il ritmo del Top in una prima giornata molto fredda ad Assen

Meno di un secondo ha separato i primi 12 piloti in classifica dopo una fredda giornata di apertura sul circuito TT di Assen. Il pilota del GRT Yamaha WorldSBK, Sandro Cortese, si è ripreso da una difficile FP1 per finire ottavo nella FP2, mentre Marco Melandri ha concluso la giornata 14º, dopo aver faticato nuovamente a trovare un set-up di fiducia per la sua R1.

Le fredde condizioni hanno causato problemi al rookie Cortese nella FP1 questa mattina, con il Campione del Mondo in carica della Supersport che non riusciva a trovare un buon feeling con la Yamaha. Tornare al set-up di base, con il quale ha ottenuto risultati solidi nei primi tre round, ha risolto il problema ed è riuscito a finire in ottava posizione nei risultati combinati delle due prove libere.

È stata un'altra giornata difficile per Melandri, durante la quale non ha ancora trovato un set-up per la sua R1 con cui sentirsi più a proprio agio. Melandri e la sua squadra analizzeranno la situazione questa sera, nel tentativo di trovare un miglioramento in vista della FP3 di domani mattina.

Intervistato: Sandro Cortese – P8

Sono un po’ più rilassato dopo la FP2, perché questa mattina è stato un po' un disastro per me. Quando ho iniziato l’FP1 è stato come se avessi dimenticato come andare in moto, una settimana dopo Aragon! Per la prima volta quest’anno non avevo feeling con la moto ma, ovviamente, stamattina faceva molto freddo. Abbiamo fatto alcuni importanti cambiamenti alla moto per cercare di migliorare, ma poi abbiamo preso la decisione di tornare al set-up di base che abbiamo utilizzato nelle ultime tre gare. È così che dobbiamo lavorare, piuttosto che guardare a quello che fanno gli altri piloti Yamaha, perché siamo tutti completamente diversi. Sono felice che siamo rimasti calmi e concentrati, e questo ci ha permesso di progredire questo pomeriggio. Certo, ci manca ancora un po', ma se guardiamo il gap di questa mattina, che era di quasi 2,5 secondi, e poi lo paragoniamo agli 0,2 secondi che ci mancano ora, penso che possiamo essere soddisfatti del lavoro che abbiamo fatto. Ora dobbiamo solo continuare in questo modo.

Intervistato: Marco Melandri – P14

È stata ancora una giornata difficile per me qui ad Assen. Sto ancora lottando con lo stesso problema che ho dal primo giorno con la R1. Sto cercando di adattare il mio stile di guida e di spostare la mia posizione sulla moto per cercare di migliorare le cose, ma sembra solo peggiorare. È difficile perché non possiamo andare nel modo in cui mi piacerebbe con il set-up e, nelle condizioni fredde che abbiamo vissuto oggi, il problema è ancora peggiore. Il limite più grosso è che, al momento, non ho fiducia e ciò significa che non posso spingere al massimo delle mie possibilità.

OFFICIAL SPONSOR

TECNICAL SPONSOR

Team Logo